ITA

Emanuela Biagioni

Emanuela Biagioni

"Mi ricordo mio papà era un fischiatore eccezionale e quando stava tornando in bicicletta dal lavoro cominciava a fischiare per far sentire che arrivava, dicevamo: “Arriva il babbo!"

Mi chiamo Emanuela Biagioni, sono nata a Darzo sono nel 1947 sono sposata con Pierino Zanetti.

Sono figlia di Eugenio Biagioni e Carla Sozzi. Io non ho mai lavorato per le ditte minerarie ma mi ricordo di mio papà che ha lavorato per la ditta Corna. Eravamo tre sorelle e un fratello. Diciamo che eravamo visti un po’ particolari perché mio papà era toscano. Mi ricordo mio papà era un fischiatore eccezionale e quando stava tornando in bicicletta dal lavoro cominciava a fischiare per far sentire che arrivava, dicevamo: “Arriva il babbo!” e allora uno gli portava la maglia di lana, uno gli prendeva la bicicletta, uno gli portava le ciabatte, un altro gli prendeva la borsa, un altro il bicchiere dell’acqua. È stato sempre molto coccolato in famiglia, anche quando era malato fino in ultimo. Da ultimo era sotto ossigeno e quando è morto gli abbiamo voluto fare l’autopsia per vedere se i suoi problemi erano per la silicosi, ma aveva i polmoni perfetti. Mi ricordo che ha fatto le grandi ore, ha lavorato almeno vent'anni. Non subito appena arrivato qui, dopo. Appena arrivato faceva l’autista con il Lino Beltrami, e dopo è andato giù alla ditta Corna. Lavorava all’insaccatrice sempre, sabato e domenica per mantenere quattro bambini, doveva per forza. Diciamo che era venuto su dalla Toscana per le pressioni della famiglia di mia mamma che era di Darzo promettendogli mari e monti. La nonna in particolare la Domenica Beltrami che era la sorella della mamma di Giovanni Rinaldi, e sono in tanti in quella parentela li chiamavano i “Barnàrc”. 

Intervista effettuata a Darzo nel febbraio del 2011

Copyright © minieredarzo.it · all rights reserved. In caso di utilizzo di questi testi citare la fonte e informare i responsabili - info@minieredarzo.it

Azzera filtri

Visite guidate

DARZO, UN MISTERO DA RISOLVERE

Darzo, un mistero da risolvere

Una nuova, intrigante proposta di visita. ideale per gruppetti di amici e conoscenti.

Vedi e prenota
PICCOLI MINATORI CRESCONO

Piccoli minatori crescono

Visita interattiva per bambini (e loro accompagnatori)

Vedi e prenota
UNA MINIERA IN MONTAGNA

Una miniera in montagna

Visita guidata per adulti e famiglie

Vedi e prenota

Darzo, un mistero da risolvere
Una nuova, intrigante proposta di visita. ideale per gruppetti di amici e conoscenti.

Piccoli minatori crescono
Visita interattiva per bambini (e loro accompagnatori)

Una miniera in montagna
Visita guidata per adulti e famiglie

Dove sono le Miniere di Darzo

Darzo è un paesino di circa 750 abitanti, frazione di Storo, vicino al Lago di Garda e alle sponde del Lago d'Idro.

Si trova in Valle del Chiese in Trentino, a metà strada tra Brescia e Madonna di Campiglio.

Informazioni
Dove siamo

Richiesta informazioni




Iscriviti alla nostra newsletter


Annulla
CHIUDI

Prenota