ITA

Giancarlo Donati

Giancarlo Donati

"Il lavoro per le ditte minerarie mi ha permesso di costruirmi la casa dove vivo, e di allargarla. Inoltre, ho fatto studiare due figli all'università e ho allevato anche una nipote. Tanta fatica che adesso è stata ripagata con la soddisfazione dei figli e dei nipoti."

Sono nato a Darzo nel 1931 e ho sempre abitato in paese. Sono sposato con Dolores Balduzzi.

Ho iniziato a lavorare come trasportatore per la ditta Sigma negli anni Sessanta e poi nel 1972-73 per la Mineraria Baritina. Prima lavoravo in agricoltura sempre con i mezzi di trasporto. Ho iniziato con un socio, poi dal 1961 ho continuato da solo fino al 2004 quando ho chiuso l'attività.
Io ho lavorato con la forza della braccia e mia moglie ha allevato la famiglia al 100%. Il lavoro per le ditte minerarie mi ha permesso di costruirmi la casa dove vivo, e di allargarla. Inoltre, ho fatto studiare due figli all'università e ho allevato anche una nipote. Tanta fatica che adesso è stata ripagata con la soddifazione dei figli e dei nipoti.
Il mio lavoro dipendeva dalle strade perché all'inizio le strade non c'erano. Fino al 1985 era la teleferica che portava a valle la barite e allora io portavo su prima il legname di robinia a Pice per la Sigma che serviva per puntellare le gallerie. Poi nei primi anni 60 hanno aperto la strada da Pice fino a Marigole e allora trasportavo la ghiaia per la ripiena cementata per la ditta Baritina. Trasportavo con il trattore e nel 1977 mi sono comperato un camion. Quando la teleferica è stata chiusa salivo con la ghiaia e scendevo con la barite anche sette volte al giorno avanti e indietro. Ho portato giù la barite fino a quando hanno chiuso la miniera. Era un lavoro duro, la strada era brutta con fondo ghiaioso, pericolosa soprattutto d'inverno con la neve. Poi lavoravo sempre da solo. Per non avere la concorrenza iniziavo alle quattro del mattino e per fare un viaggio con il trattore ci volevano delle ore. Non era un lavoro di un autista normale che andava a Brescia o Milano.

Intervista effettuata a Darzo nell'ottobre del 2010.

Copyright © minieredarzo.it · all rights reserved. In caso di utilizzo di questi testi citare la fonte e informare i responsabili - info@minieredarzo.it

Azzera filtri

Visite guidate

ALLA SCOPERTA DI UN SITO MINERARIO IN MONTAGNA

Alla scoperta di un sito minerario in montagna

Visita guidata per adulti e famiglie. tutti i fine settimana da luglio a ottobre.

Vedi e prenota
DARZO, UNA MINIERA DI STORIE DA SETTEMBRE AD OTTOBRE

Darzo, una miniera di storie da settembre ad ottobre

Caccia all'indizio: attività per bambini e genitori. da luglio a ottobre, nei fine settimana.

Vedi e prenota
DARZO, UNA MINIERA DI STORIE DAL 18 LUGLIO al 5 SETTEMBRE

Darzo, una miniera di storie dal 18 luglio al 5 settembre

Caccia all'indizio: attività per bambini e genitori. da luglio a ottobre, nei fine settimana.

Vedi e prenota
PICCOLI MINATORI CRESCONO

Piccoli minatori crescono

Visita interattiva per bambini e adulti. tutti i sabato da luglio a ottobre.

Vedi e prenota

Alla scoperta di un sito minerario in montagna
Visita guidata per adulti e famiglie. tutti i fine settimana da luglio a ottobre.

Darzo, una miniera di storie da settembre ad ottobre
Caccia all'indizio: attività per bambini e genitori. da luglio a ottobre, nei fine settimana.

Darzo, una miniera di storie dal 18 luglio al 5 settembre
Caccia all'indizio: attività per bambini e genitori. da luglio a ottobre, nei fine settimana.

Piccoli minatori crescono
Visita interattiva per bambini e adulti. tutti i sabato da luglio a ottobre.

Un tesoro sepolto da scoprire

Darzo si trova in Valle del Chiese, nel Trentino sud-occidentale. Poco distante dalle Dolomiti di Brenta, dal Lago di Garda e dalle sponde del Lago d'Idro.

È un paese di circa 750 abitanti, frazione del Comune di Storo.

Informazioni
Dove siamo

Richiesta informazioni




Iscriviti alla nostra newsletter


Annulla
CHIUDI

Prenota